AUTISMOBLOGEDUCATIVOPROGETTO

LA TERAPIA DEL GIOCO E I GIOCATTOLI PRE-OSPEDALIERI

2 maggio 2016 — by Fabio Guaricci

main

AUTISMOBLOGEDUCATIVOPROGETTO

LA TERAPIA DEL GIOCO E I GIOCATTOLI PRE-OSPEDALIERI

2 maggio 2016 — by Fabio Guaricci

Di solito, gli ospedali sono posti scomodi e poco familiari per i bambini; gli esami e le operazioni sono in genere causa di ansia e paura nei piccoli pazienti. La terapia del gioco e i giocattoli pre-ospedalieri possono alleviare questi sentimenti informando e preparando i bambini su cosa aspettarsi durante la loro visita in ospedale.

Novel Hospital Toy, è un giocattolo di legno progettato da Hikaru Inamura orientato all’assistenza psicologica dei bambini prima di affrontare gli esami medici presso gli ospedali. È composto da diverse macchine ospedaliere come Radiografia, Ecografia, TAC ed Elettrocardiogramma. Ogni macchina-giocattolo ha un libro illustrato con storie semplici, scritto in poche righe, per introdurre ogni esame, così come gli amichevoli personaggi che sono protagonisti.

Ogni giocattolo è stato progettato anche con luci e suoni al fine di agevolare i bambini nell’immaginazione del funzionamento di queste macchine mentre stanno giocando in sala d’attesa.

design_toys_design_di_giocattoli_2

Hikaru Inamura ha osservato durante la sua visita all’Astrid Lindgren Children’s Hospital che i bambini usano il gioco simbolico per ridurre le loro paure psicologiche verso le procedure mediche. Così succede che gli specialisti del gioco ospedaliero invitano i bambini a giocare simulando un intervento chirurgico sulla loro bambola. In questo modo i bambini sviluppano una mentalità positiva nel ricevere lo stesso trattamento durante l’esame o l’operazione. Per fare questo usano materiali medici reali ma anche ausili speciali, come bambole con aperture sul corpo, immagini e libri appositamente studiati.

L’ospedale ha anche un sito che i bambini, a seconda della loro età, possono navigare per la loro preparazione mentale prima di recarsi in ospedale.

design_toys_design_di_giocattoli_3

E ‘importante che gli ospedali lascino i bambini liberi di fare conoscenza con la malattia, il processo di ospedalizzazione e le cure mediche in generale. In questo modo l’esame potrà essere percepito più come una sorta di avventura, pre-esperita attraverso i personaggi. Così i bambini possono rimuovere i loro timori e avere risposte alle loro classiche domande:  Quando finisce?  Sarà doloroso?  I miei genitori possono stare insieme a me?  e così via…

Inoltre, dal momento che alcuni esami devono essere fatti dai bambini senza i genitori, sarebbe meglio informare i bambini di ciò in anticipo. Così, mentre giocano con il giocattolo i bambini possono prepararsi a ciò che non conoscono ancora bene e che non è facile da spiegare a parole…

Inoltre nei libri illustrati Hikaru Inamura usa parole semplici che i bambini possono capire facilmente e in modo divertente. Ad esempio lo stetoscopio si chiama “Ciao-Ciao” perché si presenta come un telefono, e la radiografia sembra simile a “scattare una foto con una macchina fotografica “…

design_toys_design_di_giocattoli_4

La terapia del gioco e i giocattoli pre-ospedalieri sono un efficace metodologia per consentire ai bambini di giocare per ridurre la paura e l’ansia ma soprattutto un buon segnale della diversa attenzione che oggi si pone al benessere psicologico dei bambini, avendo sempre in mente che spesso, quando piangono e ci chiedono cose impossibili è solo per dirci che sono a disagio in quella situazione.

Questo tipo di gioco è una pratica valida anche con soggetti autistici, dove la possibilità per loro di prevedere una situazione nuova o poco familiare è il modo migliore per ridurre lo stress correlato. Allo stesso modo anche dopo la visita in ospedale, si sentiranno più sicuri nel condividere le loro esperienze con la loro famiglia.

Attualmente il Novel Hospital Toys è ancora in fase prototipale, ma sarebbe bello vedere in un  futuro prossimo questi giocattoli negli ospedali e osservare come i bambini giocano per migliorare il loro benessere psicologico.