PROGETTI TOY

NEW FOLDER

11 Settembre 2015 — by Fabio_Guaricci

main

PROGETTI TOY

NEW FOLDER

11 Settembre 2015 — by Fabio_Guaricci

reale o virtuale?

il digitale è davvero diventata la nuova sostanza dei progetti?

E ‘un dato di fatto che parole come “cartella” o “archivio”, o anche verbi come “trascina”, “Invia”, e così via .. hanno ampliato il loro significato originale al mondo digitale. C’è stato un tempo in cui topi non avevano tasti e tantomeno il potere di creare cartelle, i negozi non vendevano applicazioni ma latte e stavamo trascinavamo slitte anziché icone. Ma questo era una volta..

Ciò che Zygmunt Bauman chiama il “mondo liquido” mi ritorna improvvisamente in mente e prende un suo senso concreto mentre assisto a questo processo di virtualizzazione del mondo fisico. Le cose che hanno senso nella nostra vita sono sempre più in crescita per numero e complessità, e il tempo scorre sempre più veloce. Questo sarebbe il motivo per cui il virtuale ci dovrebbe essere di aiuto. Dopotutto le cose virtuali per definizione non hanno materia e pertanto sarebbero più gestibili, trasportabili, controllabili. Almeno fino al punto in cui ci rendiamo conto che di fatto continuiamo a passare sempre più tempo in questi “spazi virtuali”, piuttosto che in quelli reali, e questo può essere anche frustrante se la fuga dalla realtà non è una reale intenzione.

New Folder trasforma il processo al contrario, ovvero rende reale, toccabile, concreto qualcosa tipicamente proprio di un’interfaccia virtuale. Proprio come nella realtà quotidiana problemi virtuali e reali si contaminano a vicenda in un unico oggetto. Forma e funzione interagiscono ancora ma secondo un paradigma inverso. La cartella torna ad essere nuovamente un oggetto che è tangibile e visibile nel mondo reale, ma tuttavia leggero e trasparente, quasi evanescente. La sua struttura in metacrilato raffigura l’icona classica della funzione “nuova cartella” , rappresentata attraverso una stampa serigrafica a 4 colori. Come farebbe un monitor, che aumenta la nitidezza a seconda di quanti pixel ha a disposizione per raffigurare l’immagine, i 3 formati di New Folder restituiscono un’immagine composta da un diverso numero di pixel, rendendo l’immagine stampata più nitida nei formati più grandi e più pixelata in quelli più piccoli.

Client: Lettera G